best dating sites for young adults uk

Il personale è politico.

best singles bar gaslamp san diego singles in doha qatar Moderatore: best dating sites for young adults australia

dating site for older adults uk - venerdì 14 settembre 2007, 16:32 list of best selling singles in usa da online dating sites for older adults
Conoscete tutte/i Louise Michel?
best singles restaurant san diego
Avatar utente
best dating sites for older adults
utente senior
 
athletic singles dating sites canada Msg.: 1551
best dating site for singles over 40 Iscritto il: domenica 15 aprile 2007, 22:02

- venerdì 14 settembre 2007, 16:43 list of best selling singles worldwide da best online dating sites for older adults
..io forse! ^__^".. quando ero bambina ricordo un ragazzino che cantava... era lui?
Immagine
Muuu
Bea

il mio blog: dating singles in south africa
Sii il cambiamento che vorresti nel mondo (Gandhi)
best singles bars in north county san diego
Avatar utente
online singles chat rooms
utente senior
 
dating sites for singles in usa Msg.: 1094
dating site for christian singles Iscritto il: venerdì 26 maggio 2006, 16:53

- venerdì 14 settembre 2007, 16:46 list of best selling singles ever da christian singles dating sites uk
Assolutamente no! :lol:
best singles bar pacific beach san diego
Avatar utente
nigerian christian singles dating sites
utente senior
 
dating south africa singles Msg.: 1551
singles dating london ontario Iscritto il: domenica 15 aprile 2007, 22:02

- venerdì 14 settembre 2007, 16:47 list of best selling singles worldwide wiki da christian singles dating sites
beavegan ha scritto:..io forse! ^__^".. quando ero bambina ricordo un ragazzino che cantava... era lui?


Quello era Louis Miguel :P
...bisogna solo scegliere cosa fare con il tempo che ci viene concesso... (Il Signore degli Anelli)

Immagine
good singles bars in san diego
Avatar utente
chat rooms for singles india
utente senior
 
dating site for singles over 40 Msg.: 10860
online dating for singles over 40 Iscritto il: venerdì 14 aprile 2006, 15:46
dating site for singles in usa Località: Bagheria (Pa) ma Napoletana!

- venerdì 14 settembre 2007, 17:08 australian christian singles dating da itunes top 10 singles us
Huahuahuahuahauhauha!

Agnese illuminaci :D



EDIT: (uddio non riesco a smettere di ridere!!!!)
>>>SPIRIT MOVES THROUGH ALL THINGS<<<

online dating for singles over 50 più conosco gli uomini più amo gli animali
best singles bars in san diego
Avatar utente
itunes top 10 singles usa
utente senior
 
dating sites for indian singles in usa Msg.: 1043
singles online dating south africa Iscritto il: martedì 7 novembre 2006, 20:54

- venerdì 14 settembre 2007, 17:14 dating site professional singles da top 10 singles in india
Vi traduco un bell'articolo su di lei. :)
dating singles in kenya
Avatar utente
meet singles online chat room
utente senior
 
hiv singles dating south africa Msg.: 1551
40 singles dating south africa Iscritto il: domenica 15 aprile 2007, 22:02

- venerdì 14 settembre 2007, 18:45 list of best selling singles in us da chat rooms black singles
:lol: :lol: :lol: :lol:

christian singles site reviews

:lol: :lol: :lol: :lol:

Daaaai.... il mio Amore si e' dimenticata di mettere questa faccina ":P"... ;)

Cris
"list of best selling singles in the us wiki Alla carne non si rinuncia: dalla carne ci si libera. Chi dice il contrario sta facendo propaganda al soldo degli allevatori e dell'ottusita'." - Mare

---------------------------

"Vedere un mondo in un grano di sabbia
e un universo in un fiore di campo,
possedere l'infinito sul palmo della mano
e l'eternita' in un'ora."
- William Blake
best bars san francisco singles
Avatar utente
dating sites for older adults
utente senior
 
indian singles dating south africa Msg.: 2377
singles dating group south africa Iscritto il: sabato 10 giugno 2006, 12:07
elite singles dating south africa Località: Busto Arsizio (Va)

- venerdì 14 settembre 2007, 20:50 list of best selling singles by year usa da christian chat rooms for singles uk
Quella che prese la Bastiglia e istituì la Comune a Parigi? :)

Che ho vinto?

(E' l'unica cosa che so di lei, l'ho letta in un libro "femmiista" e forse me la ricordo pure male!).
Usare il chat room online for singles è cosa buona e giusta! :D Vieni a chat rooms singles no registration :)

Immagine chat with indian singles without registration "Quando seguiamo l'istinto, siamo come una notte stellata: guardiamo il mondo con migliaia di occhi." christian chat rooms singles no registration Immagine
dating site singapore singles
Avatar utente
chat line for singles
utente senior
 
singles dating club south africa Msg.: 10393
internet dating for christian singles Iscritto il: martedì 25 aprile 2006, 10:47
dating sites for black christian singles Località: Provincia di Napoli

- venerdì 14 settembre 2007, 22:08 dating site for christian singles in south africa da singles chat line trial
Vera ha scritto:Quella che prese la Bastiglia e istituì la Comune a Parigi? :)


Euh... la Bastiglia fu presa nel 1789, la Comune ci fu nel 1871...

Però sulla Comune hai indovinato, Louise Michel è stata una combattente della Comune, anarchica, femminista e... amica degli animali. :D
best singles places in san diego
Avatar utente
christian singles dating site in kenya
utente senior
 
dating for christian singles advice Msg.: 1551
dating for christian singles Iscritto il: domenica 15 aprile 2007, 22:02

- sabato 15 settembre 2007, 7:34 dating sites for singles over 40 da chat rooms online for singles
:oops: :oops: :oops:

Ecco perché litigo con gli esami di storia. :)

Con una su due cosa vinco? :)
Usare il chat rooms for singles australia è cosa buona e giusta! :D Vieni a christian singles online dating :)

Immagine dating sites for singles south africa "Quando seguiamo l'istinto, siamo come una notte stellata: guardiamo il mondo con migliaia di occhi." christian singles online dating australia Immagine
best singles bar san diego ca
Avatar utente
dating sites for older adults us
utente senior
 
dating site for indian singles in usa Msg.: 10393
online dating sites for christian singles Iscritto il: martedì 25 aprile 2006, 10:47
online dating for christian singles Località: Provincia di Napoli

- sabato 15 settembre 2007, 13:50 dating singles in qatar da christian singles south africa
Non la conosco, mi piacerebbe leggere qualcosa di suo!
Ogni società che voi costruirete avrà i suoi margini e sui margini di ogni Società si aggireranno i vagabondi eroici e scapigliati, dai pensieri vergini e selvaggi che solo sanno vivere preparando sempre nuove e formidabili esplosioni ribelli! Io sarò tra quelli!
RENZO NOVATORE
best places in san diego to meet singles
Avatar utente
online chat room for singles
utente senior
 
dating site for singles in canada Msg.: 1997
south african gay singles Iscritto il: venerdì 28 aprile 2006, 10:54
singles club in east london south africa Località: il pianeta terra

- domenica 16 settembre 2007, 2:01 christian singles in the philippines da dating sites for christian singles in south africa
jewish singles over 50 toronto Louise Michel e gli altri animali.
online chat rooms for singles

[Articolo apparso senza firma sul numero 6 dell'jewish singles over 50 los angeles Antispéfeuille, giornale gratuito prodotto dal hiv positive singles in south africa.]

Nella prefazione dell'edizione del 1886 delle jewish singles over 50 nyc Memorie di Louise Michel (1830-1905), il suo editore scrive: "Ci sono due Louise Michel: quella leggendaria e quella reale [...] - per la maggior parte del pubblico e soprattutto il proviincia, Louise Michel è una specie di spauracchio, una virago implacabile, una orchessa, un mostro a figura umana, disposta a seminare dappertutto ferro, fuoco, petrolio e dinamite... All'occorrenza, la si accuserebbe di mangiar crudi i bambini..."

Questa Louise Michel, già leggendaria durante la sua vita, è stata apprentemente dimenticata per lasciare spazio ad una nuova leggenda, più riconoscente e gratificante - una stazione della Metro a Parigi porta addirittura il suo nome dal 1° maggio 1946! - molto più vicina a quella reale: anarchica e femminista, agitatrice rivoluzionaria, coraggiosa combattente, libertaria insubordinata, oratrice senza pari... Ma l'avvertimento dell'editore non ha perso attualità ed è con sorpresa che nel corso della lettura delle sue Memorie ho scoperto una Louise Michel che fino a quel momento mi era stata completamente sconosciuta, rispecchiata dall'immagine di lei dipinta nella prefazione:

"una donna immediatamente simpatica, dalla voce dolce, dagli occhi scintillanti d'intelligenza e che ispirano bontà".

Cercherò qui di dettagliare il ritratto riunendo una serie di estratti che ci mostrano una Louise Michel sensibile alla sorte degli animali non umani, fermamente antivivisezionista, che avrebbe fatto di tutto per diventare vegetariana da bambina, che scorticava i meccanismi di oppressione e delineava parallelismi tra differenti rapporti di dominio: oppressione delle donne, degli animali, dei non bianchi, dei poveri...

Se questa parte manca tutt'oggi al ritratto leggendario di Louise Michel (ed anche in certi ambienti libertari e/o femministi), è perché lo specismo ordinario, che agisce ma non dice il suo nome, è evidentemente sempre all'opera. Di fatto, sembra che Louise Michel stessa avesse già difficoltà a far accettare ai suoi contemporanei ed amici la sua compassione per i non umani:

Louise Michel ha scritto:Sono stata spesso accusata di avere più sollecitudine per gli animali che per le persone: perché intenerirsi per i bruti quando gli esseri razionali sono così infelici? È che tutto va insieme, dall'uccello la cui covata viene schiacciata ai nidi umani decimati dalla guerra [...]
E il cuore dell'animale è come il cuore umano, il suo cervello è come il cervello umano, capace di sentire e di capire.


Questo riconoscimento della sensibilità di tutti gli animali è alla base di ogni lotta per l'uguaglianza animale: i non umani, avendo la stessa capacità di provare piacere e sofferenza, hanno lo stesso diritto degli umani ad aver riconosciuti i loro interessi.

Louise Michel ha scritto:Finirò questo capitolo con l'accusa, spesso usata contro di me, da parte di certi amici, testimoni oculari. Dicono che alla barricata Perronnet, a Neuilly, sono corsa con troppa prontezza al soccorso di un gatto in pericolo.
Ebbene, sì! Ma non per questo ho abbandonato il mio dovere.
La povera bestia, rannicchiata in un angolo battuto dalle granate, chiamava come un essere umano. In fede mia, sì, sono andata a cercare il gatto, ma ci ho messo meno di un minuto; l'ho messo al sicuro, là dove bastava un passo.
È stato addirittura raccolto.


Sembra che abbia raccolto animali tutta la vita (in seguito, ella racconta il rapporto allacciato con un topo sfacciato che andava a trovarla nella sua cella nella prigione di Clermont), cominciando da bambina nel paese di Vroncourt, dove crebbe:

Louise Michel ha scritto:Quando ero piccola, salvavo molti animali; ce ne erano tanti a casa e non era un problema accoglierli. I nidi di allodole mi venivano dati sotto scambio, poi i bambini capirono che allevavo queste bestiole; questo li divertì e alla fine me li davano di loro volontà.[...]
Gli uccelli non erano i soli commensali di cani e gatti; ci furono pernici, una tartaruga, un capriolo, dei cinghiali, un lupo, delle civette, dei pipistrelli, delle nidiate di lepri senza madre, allevate col cucchiaio, senza parlare del puledro Zefiro e di suo nonno Brouska [...] Tutti questi animali vivevano in buon accordo [...] Che pace in quella casa e nella mia vita a quell'epoca!


Questa vicinanza con tutti questi animali è certamente all'origine della sensibilità che Louise Michel sviluppò nei confronti di tutti gli esseri sensibili, qualunque ne fosse la specie:

Louise Michel ha scritto:Mi capita spesso, riandando all'origine delle cose, di trovare una forte sensazione che provo ancora identica col passare degli anni.
Così, la vista di un'oca decapitata che camminava, il collo sanguinante e dritto, con la ferita rossa là dove la testa mancava; un'oca bianca con macchie di sangue sulle piume, camminava come un ubriaco mentre a terra giaceva la testa dagli occhi chiusi, gettata in un angolo, ebbe per me diverse conseguenze.
Ero probabilmente molto piccola, perché Manette mi teneva per mano per attraversare l'anticamera, come per fare un viaggio.
Allora mi fu impossibile razionalizzare questa impressione, ma la ritrovo alla base della mia pietà per gli animali e poi alla base del mio orrore per la pena di morte.
Qualche anno dopo, ci fu l'esecuzione di un parricida in un paese vicino; all'ora dell'esecuzione, la sensazione di orrore che provavo per il supplizio di quell'uomo si mescolava al ricordo del supplizio dell'oca.
Un altro effetto ancora di questa impressione di bambina fu che fino all'età di 8-10 anni, l'aspetto della carne mi rivoltava il cuore; per vincere il disgusto, mi fu necessaria una grande volontà e il ragionamento di mia nonna, che mi disse che avrei avuto troppo emozioni nella vita per lasciarmi andare a questa peculiarità.


Diventare vegetariana all'età di 10 anni, in Francia nel 1840, era certamente una peculiarità, tuttavia mi sembra interessante ricordare che la Vegetarian Society è stata creata in Inghilterra nel 1847.

Louise Michel, senza esser mai divenuta vegetariana durante la sua vita, come sembra, immagina tuttavia una alimentazione chimica come sostituto alla carne degli esseri sensibili:

Louise Michel ha scritto:Forse la nuova umanità, al posto delle acrni putrefatte alle quali siamo abituati, avrà dei miscugli chimici contenenti più ferro e principi nutritivi di quanti ne siano nel sangue e nella carne che assorbiamo.


ma non menziona apertamente la sofferenza e il diritto di vivere degli animali come motivo per questa nuova alimentazione, evocando piuttosto i benefici que essa avrebbe sulla salute della «bestia umana». Tuttavia, scrivendo «carni putrefatte», lascia intendere che questo disgusto della carne per la relazione diretta al cadavere non l'ha probabilmente mai abbandonata malgrado la sua volontà e il ragionamento di sua nonna.

D'altra parte, la sua posizione rispetto alla vivisezione, anche se poco sviluppata nelle sue memorie, è chiara:

Louise Michel ha scritto:Trovano interessante torturare un infelice animale per studiare il suo meccanismo che conosciamo più o meno, e che non conosceremo mai meglio a causa delle perturbazioni causate dal dolore nelle funzioni organiche.
Fin nelle ferite di laboratorio, l'animale è sensibile alle carezze e alle brutalità. Ma riceve più spesso brutalità: quando un lato è osservato, lo si gira per indagare l'altro; a volte, malgrado i lacci che l'immobilizzano, a causa del dolore esso guasta i tessuti delicati delle carni sulle quali si lavora: allora una minaccia o un colpo gli insegnano che l'uomo è il re degli animali [...] Tutte queste dimostrazioni non sono forse conosciute da molto tempo altrettanto che le sessanta e più operazionoi che si fanno a Alfort sullo stesso cavallo? Operazioni che non servono mai, ma che fanno soffrire la bestia che trema sui suoi piedi sanguinanti a cui sono stati strappati gli zoccoli!
Non sarebbe meglio finirla con tutto ciò che è inutile nella messa in scena delle scienze?


Impegnata innanzitutto in modo pratico nella lotta per l'uguaglianza di diritti tra gli uomini e le donne, si spinge a paragonare l'educazioine delle ragazze all'allevamento degli animali:

Louise Michel ha scritto:Le ragazze, allevate ad essere sciocche, sono volutamente rese inermi perché siano meglio ingannarle: è questo che si vuole [...] Gli Inglesi creano razze di animali per macellarle; la gente civile prepara le ragazze perché vengano ingannate, poi lo giudica un crimine per loro e quasi un onore per il seduttore.
Che scandalo quando si trovano teste ribelli nel gregge? Dove si arriverebbe se gli angelli non volessero più essere sgozzati? È probabile che li si sgozzerebbe lo stesso, che porgano o no il collo. Che importa! È preferibile non porgerlo.


Louise Michel lancia un appello all'insubordinazione delle donne rivolgendolo agli agnelli. Per lei, tutti gli animali, qualunque ne sia la specie, il sesso o la razza, sono sullo stesso piano. Quando evoca i massacri che ebbero luogo al tempo della Comune, include anche gli uccelli, anch'essi coinvolti:

Louise Michel ha scritto:Una quantità enorme di gente dispersa prova a che punto sono state attenuate le cifre dell'ecatombe; i soldati erano stanchi; le mitraglie si sfasciavano; braccia si levavano da terra, urla di agonia nei mucchi di persone fucilate sommariamente, la morte delle rondini, avvelenate dalle mosche dell'immenso carnaio, questa fu la carneficina a freddo dopo la carneficina a caldo.


In realtà, secondo la stessa Louise Michel, il suo impegno nella lotta aveva per fondamento questo sentimento di ingiustizia, di disgusto contro questo dominio ingiustificato che gli umani si arrogano su tutti gli altri animali:

Louise Michel ha scritto:Al fondo della mia rivolta contro i forti, anche nei miei ricordi più lontani, trovo l'orrore delle torture inflitte agli animali.
Dalla rana smembrata dai contadini e lasciata a trascinarsi sotto il sole, con gli occhi orribilmente fuori delle orbite, le zampe tremanti, in cerca di fuga sottoterra, fino all'oca a cui si inchiodano le zampe, fino al cavallo stremato dalle sanguisughe o sventrato dalle corna dei tori, l'animale subisce, penoso, il supplizio inflitto dall'uomo.
E più l'uomo è feroce con la bestia, più striscia di fronte a coloro che lo dominano.
Alle crudeltà che si vedono commettere sugli animali nelle campagne, all'aspetto orribile delle loro condizioni, data la mia pietà per essi ed insieme la comprensione dei crimini della forza. È così che coloro che reggono il popolo agiscono verso di lui! Questa riflessione non poteva non venirmi. Perdonatemi, cari amici della provincia, se insisto sulle sofferenze sopportate dagli animali presso di voi.
Nel duro lavoro che vi curva sulla terra matrigna, voi stessi soffrite tanto che il disprezzo arriva per tutte le sofferenze. Tutto questo non finirà mai?
I contadini hanno la triste abitudine di donare dei piccoli animali come giocattoli ai loro figli. In primavera si vedono sulla soglia delle porte di casa, o in estate in mezzo al fieno o al grano tagliato, dei poveri uccellini che aprono la bocca a dei marmocchi di due-tre anni che vi mettono innocentemente della terra, che sospendono l'uccelletto per una zampa per farlo volare, guardando agitarsi le loro piccole ali senza piume.
Altre volte sono dei cagnolini o dei gattini che il bambino trascina come carrozzine, sui sassi o nei ruscelli. Quando la bestiola morde, il padre la schiaccia sotto il suo zoccolo.
Tutto questo si fa senza pensare; la fatica schiaccia i genitori, il destino li governa come il bambino governa la bestia. gli esseri, da un capo all'altro del mondo (forse dei mondi!) gemono nell'ingranaggio: dappertutto il più forte strangola il più debole.


Per concludere, Louise Michel, anche se lo fa in modo frammentario attraverso le sue Memorie, esprime l'idea che tutte le lotte devono essere condotte parallelamente e che nessuna è più importante delle altre o deve essere eclissata a vantaggio di un'altra.

Come aveva dichiarato un suo contemporaneo, Frederic Douglass (1818-1895), nato schiavo, abolizionista impegnato nella lotta per l'uguaglianza: «Non are free, until all are free», nessuno sarà libero finché tutti non saranno liberi. Mi sembra che questo «tutti» per Louise Michel, rispetto alla sua visione del mondo, include evidentemente gli altri animali e non solo gli umani:

Louise Michel ha scritto:Bisogna liberare tutto, tutto, gli esseri e il mondo - i mondi forse, chissà? selvaggi che siamo!
fun activities in san diego for adults
Avatar utente
virtual dating simulation games for adults
utente senior
 
south african singles dating sites Msg.: 1551
singles in east london south africa Iscritto il: domenica 15 aprile 2007, 22:02

- domenica 16 settembre 2007, 13:54 jewish singles over 50 washington dc da virtual dating sim games for adults
grazie Agnese, per avermi portato a conoscenza dell'esistenza di cotal mente :wink:
Ogni tanto capita di trovare persone illuminate...poche ma buone!

Skrondo
I miei giovani non dovranno mai lavorare. Gli uomini che lavorano non sono in grado di sognare e la saggezza ci viene dai sogni. Mi chiedete di arare il terreno. Dovrei quindi armarmi di un coltello e lacerare il petto di mia madre? poi quando moriro, ella non mi accoglierà nel suo seno a riposare. Mi chiedete di scavare per estrarre le pietre. Dovrei forse scavare sotto la sua pelle per estrarne le ossa? Poi quando morirò, non potrò più entrare nel suo corpo per rinascere. Mi chiedete di falciare l'erba per fare fieno da rivendere per arricchirmi come i bianchi. Ma come potrei mai osare tagliare i capelli a mia madre? (Smohalla, tribù Sokulk, odierno stato di Washington)
any good singles bars san diego
Avatar utente
online dating professional singles
utente senior
 
new singles dating site in usa Msg.: 357
singles dating site in usa Iscritto il: domenica 19 agosto 2007, 13:26
singles dating site in us Località: pistoia

- domenica 16 settembre 2007, 21:21 jewish singles over 50 boston da best chat room for singles
skrondo ha scritto:Ogni tanto capita di trovare persone illuminate...poche ma buone!


Certo che devi essere proprio deluso dalla stirpe umana, tu! ;)

Leggendo la biografia di Louise, una vita incredibile: chat rooms for singles in india
best singles bar san francisco
Avatar utente
mature dating for over 50s singles
utente senior
 
date christian singles Msg.: 1551
dating sites for christian singles Iscritto il: domenica 15 aprile 2007, 22:02

- lunedì 17 settembre 2007, 13:05 jewish singles over 50 da chat rooms for singles over 45
ho purtroppo pochissimo tempo quindi tornerò sulla cosa nei prossimi giorni. QUale miglior modo di aprire questo forum se non parlando di Louise Michel, che io adoro!!!
ecco uno spunto "antispecista" su questa donna eccezionale, di Pietro Gori:

"Giustamente un giorno Pietro Kropotkin, parlando di lei diceva: "Lo zelo di Luisa nel soccorrere le sofferenze altrui non si ferma all'umanità, ma tenta di abbracciare persino l'animalità".
E mi raccontava certe sue ingenuità commoventi verso bestiole malate o fameliche, per le quali la casa ospitale della comunarda diventava prima un rifugio, e poi un condominio con tutti gli altri esseri colà sospinti dalla risacca sociale. Una volta - era stata gravemente malata di bronchite quell'inverno - tornò a casa, dopo una conferenza; si sentiva affaticata, sfinita. La buona Carlotta, la fida compagna di lei, aveva preparato del latte caldo. Esso fumava lì presso, sulla tavola. Ma intanto che Luisa parlava con alcuni amici, che l'avevano accompagnata, una gatta malaticcia, salita sulla tavola, aveva tranquillamente svuotata la tazza.
Quando Carlotta se ne accorse, non fu a tempo che a regalare un solenne scapaccione alla bestiola, la quale chissà per quali complicazioni tra la bevuta furtiva e lo scappellotto giustiziero nella notte morì.
Fu tutto un piccolo dramma domestico di rimpianti per il quadrupede defunto in seguito a quell'atto di tirannide padronale, ed anche una sequela di rimbrotti verso Carlotta, che se ne era resa colpevole. Si dovettero immischiare nella faccenda parecchi amici; e la pacificazione degli animi non riuscì completa, se non dopo che fu convenuto che là in quella casa, nessun atto di violenza sarebbe stato più commesso da inquilini o da ospiti verso gli animali inferiori. Da quel giorno anch'io, a cui molto Luisa perdonava per la mia giovanile impetuosità, dovetti tenere a me le mani ed i piedi - giacchè una sera che un cane, insopportabile per petulanza, eppur cittadino libero sotto quel tetto ideale, provocò il mio piede ad assestargli un rapido correttivo, dovetti ascoltare dalla cara vecchia tutta una calda allocuzione in difesa degli esseri inferiori.
"Ah, gli esseri inferiori, ecco il pretesto d'ogni dominazione!... Inferiori perchè? Perchè altri più violenti, o più astuti, riuscirono ad assoggettarli o ad ucciderli?... O non sono invece inferiori di senso morale quelli che formano la felicità propria sulla infelicità altrui divorando, sfruttando, asservendo?... Voi mi risponderete con la dura legge di selezione, col trionfo del più adatto, con l'Impero del più forte. Ma io conosco un'altra legge, che non è di oppressione nè di morte - ma di libertà e di vita: quella della solidarietà... Voi vi deliziate degli uccellini allo spiedo, ed io preferisco il trillo del cardellino, che canta là, su quell'albero, a tutte le orazioni di voi avvocati... Diversi sì, inferiori no..." "Ma tra l'umanità, e le altre specie zoologiche...", azzardai io. "Ebbene - incalzo l'ardente vegliarda - è appunto perchè l'umanità volle calpestare gli altri esseri, che voi chiamate inferiori, che essa si trovò esercitata ad inferocire e a dilaniar se stessa. Le razze inferiori, le classi inferiori, il sesso inferiore, che per dileggio chiamate gentile - ecco la stessa classificazione trasportata dal campo animale a quello umano.. ma la lotta, direte, fu la condizione d'ogni progresso... Sì, ma io non amo la lotta per la lotta; la voglio solo perchè da essa scaturisca invece dell'antagonismo la fratellanza di tutti gli esseri..."
Marco

Immagine
best places to live in san diego for singles
chat rooms for singles
utente senior
 
meet singles in east london south africa Msg.: 1259
singles dating site in canada Iscritto il: martedì 23 maggio 2006, 11:50

chat room for singles

fun things to do in san diego for adults

best places to visit in san diego for adults meet singles in durban south africa

Chi c’è in linea
Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite